Tennis Focus On

KAFELNIKOV E LE WILLIAMS SONO D’ORO, MENTRE I “WOODIES”…

Sydney. 28 settembre 2000. Nella finale dei Giochi Olimpici di Sydney, Venus e Serena Williams infliggono un doppio 6-1 in appena 49 minuti alla coppia olandese formata da Miriam Oremans e Kristie Boogert e conquistano la medaglia d’oro. Venus diventa così la seconda giocatrice capace, nell’arco della stessa Olimpiade, di appendersi al collo un oro sia in singolare che in doppio. Il giorno prima, la maggiore delle sorelle Williams aveva battuto nella finale di singolare la russa Elena Dementieva. Prima di lei, solo Helen Wills, nel lontano 1924, era riuscita nell’impresa. A livello di nazioni, sia nel 1992 a Barcellona, che nel 1996 ad Atlanta gli Stati Uniti erano riusciti nell’accoppiata singolare-doppio. In Spagna a trionfare erano state Jennifer Capriati e il duo Mary Jo-Fernandez & Gigi Fernandez, mentre nello Stato della Georgia avevano alzato le braccia al cielo Lidsay Davenport e sempre le collaudatissime Mary Jo e Gigi. Tornando alle sorelle Williams, dopo la vittoria Serena ha detto: “Abbiamo vinto titoli Slam sia in singolare che in doppio, ma questa è la ciliegina sulla torta. Tutti gli anni è possibile vincere uno Slam, mentre le Olimpiadi si svolgono solo ogni quattro anni”. Ancora più sentite le parole di Venus: “Per me questo è qualcosa di ancora più grande e bello rispetto alla vittoria in singolare. Ho vinto insieme a Serena, mia sorella, la mia migliore amica, non capita spesso!”.

Lo stesso giorno si disputa anche la finale del singolare maschile dei Giochi Olimpici ed il russo Evgney Kafelnikov sconfigge il tedesco Tommy Haas con il punteggio di 7-6(4) 3-6 6-2 4-6 6-3. Durante la conferenza stampa l’ex n.1 del mondo afferma: “Quando sono andato a servire per il match sul 5-3 del quinto set mi sono detto: se fallisci questa opportunità avrai rimpianti per tutta la vita. Ho chiesto e dato il meglio di me stesso per tutto il torneo e devo dire che vincere la medaglia d’oro era oltre a qualsiasi mia aspettativa. Sono orgoglioso di me stesso, ma ancora di più di appartenere al mio Paese“.

L’Olimpiade di Sydney pone fine anche a uno dei doppi più vincenti della storia del tennis. Dopo aver riposto in bacheca 61 titoli ATP tra cui 11 prove del Grande Slam, una Coppa Davis ed una Medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atlanta, gli “Woodies“, ossia gli australiani Mark Woodforde e Tood Woodbridge vengono sconfitti in finale dai canadesi Daniel Nestor e Sebastien Lareau con il punteggio di 5-7 6-3 6-4 7-6(2). A fine match Woodbridge afferma: “Non sono dispiaciuto più di tanto per il match; abbiamo dato il meglio ma non è bastato. Il dolore è dato dal fatto che abbiamo giocato tutto l’anno sapendo che questo evento sarebbe stato l’ultimo della nostra carriera, eppure quando arriva quel giorno non sei mai preparato ed è semplicemente molto triste“. Queste invece le parole di Woodforde: “Credo sia un grande momento per entrambi. Abbiamo talmente tanti grandi ricordi che in questo momento mi sembra di aver vissuto un sogno“.

About author

Related Articles

Tennis Focus On: Propositi

La carovana del tennis si concede poche vacanze durante la stagione. Anche noi cerchiamo di seguirne l’esempio offrendo un resoconto dei tornei in corso. Le rubriche che vi proponiamo spaziano dai "profili" dei campioni del presente e del passato a una sezione nominata “Carta bianca” dove trovate riflessioni sul circuito e i suoi protagonisti oltre a "pezzi di colore". Abbiamo riservato uno spazio ai video, alle ricorrenze più significative nonché a personaggi che vanno "al di là del tennis".

RISULTATI

Tennis Focus On: redazione

Direttore Responsabile Tennis Focus On: Samantha Casella. Responsabili di redazione: Ilario Gradassi e Eugenio De Nittis. Redattori: Kevin Clement, Gabriella Di Chiara, Valentina Fornaro, Luca Morando, Vittorio Orlini.